FANDOM


Ducati Cucciolo
1953 ducati cucciolo 01.jpg
Costruttore: SIATA e Ducati
Categoria: Motore ausiliario per biciclette
Periodo di produzione: 1945 - 1955
Presentazione:

26 luglio 1945

Salone di Torino

Sostituito da: 60

Il Ducati Cucciolo è un motore ausiliario per biciclette, prodotto tra il 1945 e il 1955 dalla Ducati.

Storia

Verso la metà della II Guerra Mondiale, il progettista Torinese Aldo Farinelli sviluppò un prototipo di un motore ausiliario per biciclette. Al termine della guerra, il settore industriale (come tanti altri..) cercò di risollevarsi ricostruendo gli stabilimenti e lanciando nuovi prodotti. Una di queste aziende fu la SIATA, che già nel 1945 riuscì a riaprire gli stabilimenti in via Leonardo da Vinci, a Torino (sulle ceneri del vecchio stabilimento.) e iniziò la produzione del Cucciolo. Il Cucciolo fece la sua apparizione il 26 luglio del'45, presso il Salone di Torino e suscitò subito grande interesse da parte del pubblicò.

Dopo pochi mesi la richiesta era troppo alta e la SIATA non riusciva a soddisfare la domanda. Ducati, che si era affermata nel settore delle radio, decise di espandere la produzione, acquistando così, i diritti di produzione del Cucciolo. Nel marzo del 1946 furono prodotti i primi 10 Cucciolo di Tipo 1 (su concessione SIATA) e successivamente presentati alla Fiera Campionaria di Milano nel settembre del 1946.

Nello stesso anno, Ducati lancia un nuovo modello: Il Cucciolo T2, con un progetto originale, più robusto, più efficiente e più facile da costruire. il cilindro era stato riprogettato in modo da essere amovibile ed era stata migliorata l'accessibilità del meccanismo di azionamento, la testa è stata modificata e la potenza aumentata.

Caratteristiche tecniche

La prima versione era un motore due tempi di 50 centimetri cubi, con trazione sulla ruota del ciclo per mezzo di un rullo. Tuttavia, le difficoltà causate dalla guerra, ritardarono la data d'inizio di produzione. Nel frattempo Farinelli iniziò la produzione di un quattro tempi con cambio a due velocità e trazione a catena sulla ruota posteriore della bicicletta.

Lo studio del motore richiese un tempo molto breve, ma la necessità di un volano magnetico adatto alle esigenze del Cucciolo, ne rendevano difficile la costruzione. Leoni dovette progettarne uno che, per mantenere le dimensioni assiali compatibili con lo spazio disponibile, avesse la bobina divisa in due parti collegate in serie.

Scheda tecnica:

Tipo: Monocilindrico a quattro tempi
Cilindra: 48 cc
Alesaggio x Corsa: 39 mm x 40 mm
Potenza massima: 1,5 HP a 5.500 giri/min
Lubrificazione: A sbattimento a bagno d'olio
Distribuzione: Valvole azionate da tirante e bilanciere
Raffreddamente: Aria
Carburatore: Weber con diffusore da 9 mm
Accensione: Volano elettromagnetico
Cambio: Due marce
Trasmissione primaria Ad ingranaggi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale