FANDOM


Desmosedici Museo.jpg
La Ducati Desmosedici è una serie di motociclette da competizione costruite a partire dal 2003 dal reparto corse di Ducati, per partecipare al motomondiale nella classe MotoGP.

Per essere distinte l'una dall'altra, il nome viene accompagnato da la sigla GP seguita dal numero. Ad esempio Desmosedici GP3 è la versione del 2003, Desmosedici GP4 è la versione del 2004 e così via.

Il nome Desmosedici è composto da due parole: Desmo indica il tipo di distribuzione (Desmodromica), Sedici indica il numero di valvole del motore.

Storia

Dopo essersi affermata nel Campionato Mondiale Superbike, verso la fine degli anni '90, Ducati decide di investire nella classe regina.

Nel 2001 viene dato l'inizio al progetto e vengono realizzati i primi prototipi. Nel 2002, in occasione del Gran Premio d'Italia, la Desmosedici fà la sua prima apparizione al pubblico. Alla fine della stagione la Desmosedici GP2 prende parte ai test di fine stagione a Valencia.

Filippo PreziosiClaudio Domenicali e Livio Suppo sono i principali autori di questa idea e inizano a lavorare initerrottamente, assieme ai piloti Troy BaylissVittoriano Guareschi e Loris Capirossi, per preparare la Desmosedici GP3 alla prima stagione in MotoGP.

Stagione 2003

Per approfondire: Desmosedici GP3

Nella stagione di esordio vengono schierati l'Italiano Loris Capirossi e l'Australiano Troy Bayliss. La moto supera le aspettative. All'esordio (Gran Premio del Giappone 2003) Capirossi ottiene il primo podio, svolgendo anche alcuni giri in testa. Il 15 giugno 2003, Loris Capirossi dona al team Ducati la prima vittoria in MotoGP, solamente 5 gran premi dopo l'esordio. Alla fine della stagione Capirossi ottiene il Quarto posto in classifica piloti e la Ducati diventa vice-campione del mondo, dietro alla Honda.

Stagione 2004

Per approfondire: Desmosedici GP4

La stagione 2004 delude molto le aspettative. La competizione tra Michelin e Bridgestone porta la casa francese a scegliere una mescola più rigida aggravando le difficoltà di affidabilità in ingresso curva, riscontrate nell'anno precedente. Per tutta la stagione il team tenta di venir a capo del problema ma non riesce ad ottenere una soluzione fino alle ultime gare. Bayliss colleziona una serie di cadute che peggiorano i risultati, mentre Capirossi non va oltre il quinto posto di Brno. La Desmosedici GP3 del team D'Antin ottiene il terzo posto con Ruben Xaus in Qatar. Capirossi ottiene un terzo posto alla penultima gara, in Australia e Bayliss all'ultima gara a Valencia.

Stagione 2005

Per approfondire: Desmosedici GP5

Nell'anno successivo viene confermato Capirossi, affiancato dal neo-acquisto Carlos Checa. La moto migliora, e con essa anche i risultati (Fattore dovuto anche al cambio di pneumatici, forniti dalla Bridgestone e non più dalla Michelin). La Ducati vince due volte (Giappone e Malesia) e va a podio sei volte (Italia, Repubblica ceca, Giappone, Malesia e Australia). Nonostante i risultati altalenanti, Capirossi si trova a quattro gare dalla fine a lottare per il secondo posto, tuttavia durante le prime prove libere del Gran Premio d'Australia, cade a una velocità di circa 200 km/h, riportando diverse fratture, che lo costringono a saltare il GP della Turchia. Alla fine, Capirossi ottiene il sesto posto in classifica (157 punti) e lo spagnolo Checa ottiene il nono posto (138 punti).

Stagione 2006

Per approfondire: Desmosedici GP6

Nella stagione 2006 la Ducati si dimostra ancora competitiva. In questa stagione ad affiancare Capirossi, viene schierato lo spagnolo Sete Gibernau. L'inizio stagione è promettente: al gran premio d'esordio, a Jerez, in Spagna, le due Ducati partono dal primo e secondo posto. Capirossi porta a casa tutto: pole, giro veloce e vittoria. Lo spagnolo invece non riesce ad ottonere buoni risultati, non andando oltre il quarto posto in Qatar, Australia e Giappone.

Capirossi lotta per il titolo e dopo il GP d'Italia si trova al comando della classifica. La stagione, però, ha una svolta negativa nel GP successivo in Catalogna: al via, viene tamponato dal suo compagno di squadra, innescando una maxi-carambola. L'italiano riesce ad essere presente nel gran premio successivo, ma trova di nuovo competitività nel finale di stagione, con due vittorie in Repubblica Ceca e in Giappone. Al termine della stagione ottiene comunque un terzo posto (miglior risultato della sua carriera in MotoGP), a soli 23 punti dal leader.

Stagione 2007

Per approfondire: Desmosedici GP7

Il 2007 è l'anno migliore per la casa di Borgo Panigale. A Capirossi viene affiancato un giovane pilota di nome Casey Stoner. Il pilota australiano riesce a portare a casa numerosi successi, vincendo 10 gare e andando sempre a punti. A Motegi, Stoner riesce a vincere il suo primo titolo MotoGP, mentre Ducati ritorna a vincere nella classe regina del motomondiale dopo 30 anni. Nella stessa gara, Capirossi vince la sua ultima gara; al termine della stagione, il pilota italiano lascia la squadra per andare in Suzuki.

Stagione 2008

Stagione 2009

Stagione 2010

Stagione 2011

Stagione 2012

Stagione 2013

Stagione 2014

Stagione 2015

Stagione 2016

Piloti

Isso mostra Tabela todos OS Pilotos Oficiais

Stagione Pilota 1 Pilota 2
2003 65 - Loris Capirossi 12 - Troy Bayliss
2004 65 - Loris Capirossi 12 - Troy Bayliss
2005 65 - Loris Capirossi 7 - Carlos Checa
2006 65 - Loris Capirossi 15 - Sete Gibernau
2007 65 - Loris Capirossi 27 - Casey Stoner
2008 33 - Marco Melandri 1 - Casey Stoner
2009 69 - Nicky Hayden 27 - Casey Stoner
2010 69 - Nicky Hayden 27 - Casey Stoner
2011 69 - Nicky Hayden 46 - Valentino Rossi
2012 69 - Nicky Hayden 46 - Valentino Rossi
2013 69 - Nicky Hayden 4 - Andrea Dovizioso
2014 35 - Cal Crutchlow 04 - Andrea Dovizioso
2015 29 - Andrea Iannone 04 - Andrea Dovizioso
2016 29 - Andrea Iannone 04 - Andrea Dovizioso
2017 99 - Jorge Lorenzo 04 - Andrea Dovizioso

Modelli

Competizione:

Esibizione:

Produzione:

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale