FANDOM


Superquadro
Superquadro Engine 01.jpg
Costruttore: Ducati
Categoria: Motori
Produzione: 2012-oggi
Configurazione: Bicilindrico a L con sistema desmodromico

Ducati Superquadro è un motore bicilindrico prodotto dalla Ducati a partire dal 2012.

Storia

Il Superquadro è stato progettato assieme alla 1199 Panigale nel 2012 ed ha successivamente equipaggiato la 899 Panigale, la 1199 Superleggera, la 1299 Panigale e la Panigale R.

Caratteristiche tecniche

Il progetto del Superquadro è legato in maniera diretta con quello della 1199 Panigale, in quanto costituisce parte integrante del telaio. La sua architettura è del tutto innovativa per adattarlo al meglio con il telaio.

Rispetto alla serie Testastretta, rimane solo la classica configurazione: un bicilindrico ad L di 90° con distribuzione desmodromica. La progettazione, infatti, è partita da zero, mantenendo solo le esperienze acquisite dai modelli precedenti

Rispetto al Testastretta 11° l'inclinazione è ruotata all'indietro di 6°, con un'angolo di 21°. Questo cambiamento ha consentito agli ingegneri di portare il motore avanti a 32 mm, perfezionando il baricentro, il peso e gli attacchi al telaio monoscocca. La cilindrata sale 1198 cm³, grazie ad un incremento dell'alesaggio-corsa, con alesaggio di 112 mm e corsa da 60,8 mm.

L'alimentazione è ad iniezione elettronica Mitsubishi, tramite due iniettori per cilindro, due corpi farfallati e un sistema full ride-by-wire. Le valvole d'aspirazione sono in titanio e hanno un diametro di 46,8 mm, mentre quelle di scarico in acciaio sono da 38,2 mm; il tutto è comandato da un sistema a distribuzione desmodromica e, a causa delle forze d'inerzia generate, è stata usata una coppia di catene di distribuzione al posto delle classiche cinghie dentate.

La trasmissione mista a catena e ingranaggi sostituisce la classica trasmissione a cinghia, applicata in tutti i motori dal 1979 (introdotta con i motori della serie Pantah).

I carter sono stati realizzati tramite l'applicazione della tecnologia Vacural, ovvero una pressofusione sottovuoto che garantisce massimo risparmio in termini di peso, spessori delle pareti omogenei e resistenza meccanica superiore.Le canne in umido riportate sono in alluminio con rivestimento al nikasil e impiegano bronzine di banco al posto dei cuscinetti a sfera, permettendo l'impiego di un albero motore con perni maggiorati. La coppa dell'olio è in lega di magnesio; la pompa dell'olio viene attivata da un albero azionato da ruote dentate, in tecno-polimeri, e mantiene in costante depressione la zona sottostante ai cilindri. Il raffreddamento è a liquido. Questo motore è in grado di erogare 195 cv (circa 170 alla ruota) a 10.750 giri e 132 Nm di coppia a 9.000 giri, con il limitatore impostato a 11.500 giri.

Il cambio è a 6 rapporti, mentre la frizione è a bagno d'olio, antisaltellamento con sistema ad asservimento progressivo, protetta con un carter in lega di magnesio. Il movimento è trasferito alla ruota posteriore tramite una catena. Su tutte le Panigale è impiegato il sistema elettronico Ducati Quick Shift che permette di salire di marcia senza usare la frizione, velocizzando le cambiate.

Per il mercato giapponese la moto oltre a un nuovo carter frizione è stata munita di un nuovo scarico, in quanto quello originale non rispetta le leggi fonometriche nipponiche. Il nuovo scarico differisce dal quello utilizzato per il resto del mondo per via di un silenziatore cilindrico montato in serie all'originale.

Nel 2013 inizia la produzione della 899 Panigale. La struttura è la stessa della 1199. Cambiano solamente le prestazioni.

Motociclette

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale